18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


27 marzo 2009

Lonquich suona all'Auditorium

Un concerto dedicato alla Fantasia, intesa come forma musicale, è ciò che stasera, all'Auditorium Parco della Musica, presenta il pianista Alexander Lonquich.
In programma musiche di Bach, Haydn, Mozart, Chopin; dalle origini di questa forma musicale, dunque, Lonquich ripercorre le evoluzioni del genere Fantasia, giungendo, con Chopin, alla fusione tra musica colta occidentale e musica nazionale, sublimazione della Fantasia stessa.
Lonquich, rivelatosi vincendo il concorso Casagrande dedicato a Schubert, chiuderà con lui la serata, con la Sonata op. 78 n. 18 in Sol Maggiore, una composizione chiamata "Fantasia" dall'editore per la sua ampiezza armonica.

27 marzo
Alexander Lonquich pianoforte
Auditorium Parco della Musica - Sala Sinopoli
Via P. de Coubertin, 34
Ore 20.30
Biglietti: dai 18 € ai 33 €
Infoline: 06.8082058

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 27.03-2.04.2009-

Nessun commento: