18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


15 giugno 2008

Le lezioni di giornalismo di Robert Fisk

Ultimo appuntamento all’Auditorium Parco della Musica con la rassegna Lezioni di Giornalismo: sabato 21 giugno, nella Sala Sinopoli, alle 21.00, sarà Robert Fisk il protagonista della lezione conclusiva di questo ciclo didattico. Oggetto dell’ultimo appuntamento è l’inviato dal fronte, con le difficoltà sia umane che professionali che un mestiere simile porta con sè.
Il giornalista britannico Fisk, infatti, è corrispondente dal Medio Oriente da piu’ di trent’anni; ha seguito la guerra civile in Libano (1975-1990), la rivoluzione iraniana (1979), il conflitto tra Iran ed Iraq (1980-1988), l’invasione sovietica dell’Afghanistan (1980), la prima guerra del Golfo e l’invasione dell’Iraq nel 2003. Chi, dunque, meglio di lui può spiegare come sia difficile raccontare ciò che, fortunatamente, per la maggior parte di noi, sono solo ipotesi immaginate di una realtà lontana?
Corrispondente dapprima del Times e redattore di molti reportage di guerra, Fisk è attualmente un giornalista del quotidiano londinese The Indipendent; è, inoltre, noto per essere l’unico occidentale ad aver intervistato per ben tre volte (tra il 1994 ed il 1997) Osama Bin Laden.
Ecco spiegate le ragioni dell’invito per questa rassegna, frutto della collaborazione tra la Fondazione Musica per Roma e la rivista Internazionale; ad introdurre l’incontro sarà Giovanni De Mauro, direttore della suddetta rivista d’informazione politica e sociale.
“Noi dobbiamo denunciare l’ingiustizia. La nostra non è una cronaca di una partita di calcio, in cui si commentano allo stesso modo entrambe le parti. Noi raccontiamo tragedie umane terribili”; così Robert Fisk definisce il suo mestiere. Partendo da qui proverà a raccontare la difficoltà a concentrarsi sugli orrori che si vedono mentre si ha paura di morire.
Piu’ che una lezione di giornalismo, dunque, forse una lezione di vita.

21 giugno
Lezioni di giornalismo – “Il nostro inviato al fronte” con Robert Fisk
Auditorium Parco della Musica- Sala Sinopoli
Ore 21.00
Via P. de Coubertin
Biglietto unico 5 €
Infoline: 06.80241574


-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 14-21.06.2008-

Nessun commento: