18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


07 giugno 2008

Il New York Concert di Stefano Bollani

Fare il giro del mondo in concerto. Non sto parlando delle ultime velleità di un cantante o musicista contemporaneo, bensì dell’ultimo progetto presentato dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e da Telecom Italia: il TelecoMusica.
Attraverso quattro tappe di un ideale viaggio intorno al mondo, dunque, si potrà andare nel North Carolina piuttosto che nella Grande Mela, nella Buenos Aires di Astor Piazzola, in Andalusia o in Russia, il tutto comodamente seduti sulle poltrone dell’Auditorium Parco della Musica.
Per chi volesse andare a New York, dunque, l’appuntamento è il 14 giugno alle 21.00 presso la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium, dove l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sarà diretta dalla nuova promessa statunitense, la bacchetta Andrew Grams; partendo dalla vita dei pescatori a New York di Bernstein (protagonisti del famoso balletto Fancy Free da lui musicato e poi ampliato a musical per Broadway col titolo di On the Town), si potranno ammirare i meravigliosi paesaggi dell’America del Nord raccontati dalle note della Sinfonia dal Nuovo Mondo di Dvorak. 

A costituire il cuore di questo viaggio saranno i personaggi che affollano New York e la cultura americana piu’ in generale, così come intese descriverli George Gershwin nella sua Rhapsody in Blue, il cui titolo originario pensato dall’autore era, non a caso, American Rapsody.
A stupire certamente nell’esecuzione di uno degli esempi di magistrale fusione tra musica classica e jazz, un fuoriclasse della tastiera, Stefano Bollani, che per l’occasione propone il bis di una delle serate indimenticabili di inizio stagione all’Auditorium.

14 giugno
TelecoMusica – New York Concert
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Andrew Grams direttore
Stefano Bollani pianoforte
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Ore 21.00
Via P. de Coubertin
Biglietti: dai 10 € ai 30 €, con sconto per i giovani under 30 del 25%
Infoline: 06.8082058

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 7-14.06.2008-

Nessun commento: