18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


02 ottobre 2007

Chi balla la Bella Addormentata?

Quando nel 1928 il ristrutturato Teatro Costanzi assunse la denominazione di Teatro dell'Opera di Roma, si decise anche di costuire un corpo di ballo interno al teatro. Venne, così, fondata la Scuola di ballo del Teatro dell'Opera, i cui primi direttori furono Ileana Leonidoff e Dimitri Rostaff, seguiti, tre anni dopo, da Nicoletta Guerra, ultima grande esponente del balletto italiano dell'800.
Con la direzione, nel 1934, di Boris Romanoff, il Corpo di Ballo dell'Opera acquisì diversi allievi; nel 1938, poi, la separazione tra la Scuola di Ballo -affidata alle sorelle Battaggi- e la Compagnia di Balletto, affidata ad Aurelio Milloss. Da allora si sono succeduti numerosi direttori, fino al 2000, anno in cui è stata nominata Carla Fracci.
Prima ballerina del teatro dell'Opera dal 2004 è Laura Comi; erede di Diana Ferrara -stella della danza congedatasi nel 1988- e da molti definita la nuova Fracci, ha ricoperto più volte il ruolo della Principessa Aurora.
In occasione de La Bella Addormentata, inoltre, numerosi i talenti chiamati a collaborare col Teatro dell'Opera. Prima tra tutte, colei che è stata definita "il futuro" dal New York Times: Ashley Bouder, ventiduenne etoile del New York City Ballet dal 2005. Apprezzata da pubblico e critica per le qualità stilistiche ed interpretative, la Bouder, cresciuta a Carlisle in Pennsylvania, è entrata nel 2000 nel New York City Ballett, riuscendo in pochissimo tempo a diventare la star del teatro del Lincoln Center. Anch'egli nato in Pennsylvania (ma ad Altoona), Jared Angle, dopo esser diventato solista del New York City Ballett nel 2001, ne è il primo ballerino dal 2005. Nato in Estonia da madre russa è invece Thomas Edur, ballerino dell'English National Ballett, definito dai giornali inglesi (non molto teneri in genere!) "avente le sembianze di un dio" per la sua perfezione tecnica ed il carisma scenico. Ungherese di Budapest è Tamas Nagy, primo ballerino del Balletto Nazionale Olandese dal 1999, mentre ucraina è, infine, Oksana Kucheruk, etoile dell'Opera di Bordeaux, lo scorso anno apprezzata a Roma per il Romeo e Giulietta e per la Giselle.

-Pezzo uscito sul Quotidiano della Sera di Roma del 2/10/2007-

Nessun commento: