18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


23 gennaio 2009

Col Ballet de Cuba si balla la cultura di una grande isola

Dal 27 gennaio al 1 febbraio è in scena, al Teatro Italia, Cuba the musical, nuovo e straordinario spettacolo della compagnia Ballet de Cuba.
Quest'ultima, composta da versatili ballerini e musicisti provenienti dalla Escuela Nacional de Arte de la Habana, dal Conjunto Folkloriko Nacional e dalla Escuela de Danza Nacional de la Habana, si esibirà con le musiche suonate dal vivo dall'Orchestra di Raul Grana, leggendario gruppo della Havana, fondato quarant'anni fa da appassionati di musica tradizionale cubana.
Protagonista dello spettacolo è non solo la musica, né solo la danza di quest'isola caraibica, bensì l'intera cultura cubana, frutto di contaminazioni di popoli e tradizioni sin dal 1600; folklore haitiano dunque, ma anche danze della tradizione Yoruba, i tamburi e le percussioni d'Africa, le chitarre dei ritmi spagnoli, i bongos, la marimbula e il flauta de garrocho.
Dalla fusione con esse, inoltre, le danze che si sono create, come la Samba, il Bolero, il Mambo e il Cha Cha Cha, insieme alla Caringa, il Papalote e il Zapateo, rappresentanti più autentici del folklore cubano dell'entroterra.
A completare il quadro dell'essenza di Cuba, infine, la compagnia -diretta da Delia Maria Barroso Rodriguez- volge uno sguardo anche alla contemporaneità, sia dal punto di vista della musica che da quello della danza: è il nuovo "balle cubano", prodotto dell'alternanza di ritmi latin jazz e dell'autentica salsa cubana.
Originale, dunque, ma anche esauriente, dinamico e coinvolgente è il ritratto di Cuba, un'isola indubbiamente magica, come del resto si rese conto Ernest Hemingway, che deve al suo idillio con essa capolavori come Il vecchio e il mare.

Dal 27 gennaio al 1 febbraio
Cuba the musical
Teatro Italia
Via Bari, 18
Dal martedi al sabato ore 21.00, domenica ore 17.30
Biglietto intero: 23 €
Infoline: 06.44239286

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 23-30.01.2009-

Nessun commento: