18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


25 luglio 2007

Notti di cinema a Piazza Vittorio. E che cinema!

Anche quest'anno il grande cinema a Piazza Vittorio riscuote un successo notevole per la qualità delle proposte.
Fino al 28 agosto, nei giardini di Piazza Vittorio, all'Esquilino, è in corso l'XI edizione di "Notti di cinema a Piazza Vittorio", durante la quale sono proiettati, in due diverse sale appositamente allestite attraverso maxischermi dolby digital, due film a sera. Se nella Sala A si posso vedere i film di successo della stagione passata, in quella B sono privilegiati i film d'autore, d'essay e di qualità -sempre della stagione appena conclusa-, restati schiacciati dal mercato cinematografico italiano, ma non per questo inferiori per tematiche e produzioni.
A parlarne con orgoglio è il direttore artistico della manifestazione, Massimo Arcangeli, il quale fa anche notare come l'affluenza di quest'anno sia maggiore rispetto agli anni scorsi e come, grazie anche al basso costo (5 euro il biglietto intero, 4 il ridotto) capiti spesso di avere spettatori che seguono entrambi i film nella stessa sera.
Attraverso la formula "Fedelissimi", inoltre, -che prevede per ogni 10 ingressi 2 omaggi-, molti sono gli spettatori che fanno del cinema in piazza un appuntamento quotidiano; tra i film che hanno riscontrato un maggiore successo di pubblico, "La sconosciuta" di Tornatore, "Nuovomondo" di Crialese e "The Queen" di Frears.
Nel rispetto della tradizionale presenza dei grandi festival cinematografici, "Notti di cinema a Piazza Vittorio" ha presentato ad inizio luglio una rassegna dedicata al Pesaro Film Festival, mentre per gli ultimi giorni di agosto (dal 22 al 28), è prevista la presentazione a Roma dei film vincitori del Festival di Locarno, cui seguiranno anche incontri con i protagonisti e dibattiti a tema.
Tra le novità di quest'anno, infine, il sostegno dato dalla manifestazione all'Onlus Amigos de Formigas do Futuro, impegnata a raccogliere fondi per costuire una scuola e dotarla di testi scolastici e di svago, presso Nacala, in Mozambico.

Tre proposte per tutti i gusti
Questa sera a Piazza Vittorio tre i film che verranno proiettati nelle due sale appositamente allestite nella piazza: alle 21.15, nella Sala A, andrà in onda "Babel", di Alejandro Gonzàles Iňàrritu, mentre la Sala B programmerà in contemporanea "Primi amori, primi vizi, primi baci" dei francesi Eric Toledano e Olivier Nakache. Alle 23.15, sempre nella Sala B, sarà la volta di "Mille miglia...lontano", del regista Zhang Yimou.
Con "Babel", Iňàrritu mette in scena il capitolo conclusivo della trilogia iniziata con "Amores Perros" e "21 grammi", proseguendo nell'analisi dei modi umani di comunicare, in qualsiasi parte del mondo ci si trovi. Marocco, Messico e Giappone fanno da sfondo a storie familiari in cui un fucile rappresenta il comun denominatore; fonte di violenza incosciente, oltre che arma di difesa, oggetto di scambio per loschi traffici, finalizzati all'acquisizione di una libertà parallelamente, però, garantita dall'arma stessa ed, infine, strumento di morte.
Decisamente più leggero, invece, il tono di "Primi amori, primi vizi, primi baci", delicata commedia francese di Eric Toledano e Olivier Nakache; campione d'incassi in Francia, il film racconta la colonia estiva di ragazzini scalmanati, con le loro "prime volte" tipiche dell'adolescenza e con le ansie dei genitori a casa, insieme alle confusioni e inquietudini sentimentali degli animatori del campeggio.
Chiude la serata di cinema la produzione cino-giapponese "Mille miglia..lontano" di Zhang Yimou, che, dopo "Hero" e "La casa dei pugnali volanti", intraprende con il viaggio di Gou-ichi Takata per raggiungere il figlio malato anche un'indagine all'interno dei rapporti umani. Arrivato da un piccolo villaggio di pescatori fino a Tokyo, tuttavia, il padre deve superare il rifiuto del figlio di vederlo, imparando a colmare le lacune del loro rapporto e a riconoscere l'uomo che nel frattempo è diventato.


-Pezzi usciti il 25/07/2007 sul Quotidiano della Sera di Roma-

Nessun commento: