18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


29 maggio 2007

Intervista a Prez

Ciao Prez. Innanzitutto un paio di domande su questo nome...cos'è?? Un diminutivo, un acronimo, un soprannome? Il tuo vero nome invece? Come mai hai scelto proprio Prez?
Innanzitutto il mio vero nome è Elia. Il nome PREZ è il soprannome che mi hanno dato gli amici considerando le mie "mani bucate" e la mia mania di fare shopping compulsivo. Questa è la versione ufficiale... quella ufficiosa è cosi infantile che non ci tengo a raccontarla... la verità è la fuori : )
Sei molto giovane, eppure hai già inciso un album d'esordio. Come ci sei approdato? Hai lavorato da solo a questo progetto e poi lo hai sottoposto alle case discografiche, oppure sei stato "scoperto" da qualcuno con cui poi hai lavorato? Dimmi tutto su come nasce Prez come artista!
Vorrei precisare che non è un album d'esordio ma un EP di 5 pezzi. Prez come artista nasce a 14 anni, sotto l'influenza dei primi tormentoni di Eminem sbarcati anche in Italia. Da li in poi la strada è fatta di km e km di fogli scritti, penne Bic consumate fino all'ultima goccia d'inchiostro, sviluppo di un proprio stile, primi palchi nelle assemblee scolastiche con il mio ex socio Kimo, prime esperienze live e conseguenti primi "successi" musicali e amorosi ( si sa che l'artista ha sempre un certo fascino quando sale sul palco... : ) tra il pubblico delle varie scuole superiori.
In questo progetto ho lavorato insieme a 2 persone speciali, Penta e Jack (Protocollo Zero) , dalla quale ho imparato tantissimo e a cui devo tantissimo. Sono arrivato a loro grazie ad amici in comune, anche se Penta lo conoscevo già da anni perché cantava nel gruppo "rivale" , i Majestic 12. Poi abbiamo fatto girare tra le case discografiche alcuni miei pezzi finche Latlantide ha accettato di farmi firmare un contratto discografico. Un VERO contratto discografico : )
Il tuo primo singolo si chiama "Le bambine fanno ahhhhhhhh". Come mai hai scelto una canzone sicuramente irriverente come questa per proporti al pubblico? Com'è nata l'idea di questa canzone?
L'idea principale della canzone è far capire al grande pubblico che il mondo dello spettacolo, del pallone e della televisione nasconde al suo interno una serie enorme di contraddizioni, di bugie e realtà distorte. Più semplicemente, non dovete credere a tutto quello che vedete in TV. Abbiamo scelto questa canzone come primo singolo perché ci sembrava il momento adatto di "denunciare" questa finzione scenica: dopo i numerosi scandali scoppiati al suo interno ( il calcio sporco, le partite falsate, Vallettopoli, ecc...) molte persone hanno finalmente aperto gli occhi.
Hai molti featuring nel tuo disco. Come nascono queste diverse collaborazioni?
Le collaborazioni nascono dal fatto che conosco tantissimi artisti molto validi, sempre disposti a sperimentare qualcosa di nuovo; inoltre fin dall'inizio ho voluto dare al disco un'impronta molto particolare e per questo avevo bisogno di artisti provenienti da altri ambiti musicali, con idee diverse dalle mie.
E' da poco in radio il singolo Dancehall Time. Che effetto ti fa sentirti passato in radio? Ci speravi/credevi? Che tipo di recezione credi stia avendo questo singolo? Anche se è ancora molto presto per poter dire come sta andando Dancehall Time in radio, sono soddisfatto perché il pezzo riceve ogni giorno commenti positivi, dagli addetti ai lavori e dal pubblico. Sinceramente io di persona in radio non l'ho ancora sentito, per il semplice fatto che ho pochissime occasioni di ascoltare la radio durante il giorno... e purtroppo l'Ipod non ha ancora quella funzione tra le sue caratteristiche : )

Nel tuo album d'esordio, prodotto da Latlantide, ci sono due canzoni oltre a "Le bambine fanno ahhhhhh". Me ne vuoi parlare?
Le altre 2 canzoni all'interno dell' EP sono "Senza di me" , pezzo autobiografico scritto 2 anni fa che mi racconta un po' (nel bene e nel male...) , e "La risposta di una stronza", il primo pezzo che ho scritto per il mio progetto solista con il quale mi sono presentato allo studio Protocollo Zero. È un testo a cui tengo molto perché parla di un due di picche da me ricevuto e della conseguente vendetta alla stronza di turno. Ah ah ah... : )
Per il genere di musica che fai, preferisci i Live o le registrazioni in studio?
Sicuramente il live, per il contatto diretto con il pubblico e per la possibilità di improvvisare qualsiasi aspetto di un pezzo.
Com'è Prez in live?
Prez in live? Finora mi sono potuto esprimere solamente in piccoli "cameo" , come spalla al tour di Penta o per qualche minuto soltanto quando promuovevo il singolo precedente. Non ho ancora avuto un MIO personale show, e spero tantissimo che questo album mi dia la possibilità di mettere in pratica le tantissime idee che ho in testa per il MIO live.
A giugno esce l'album. Ci puoi anticipare qualcosa?
Vi anticipo soltanto di comprarlo ORIGINALE... e se dovete masterizzarlo almeno fatemi un pò di pubblicità!!! : ) scherzi a parte vi stupirà perchè al suo interno ha influenze molto varie, dal reggae al rap, dal pop al rock, dall'elettronica al soul... CHECK IT OUT
Lavorare con i ritmi hip hop e l'italiano non sempre risulta essere facile. E' innegabile che questo tipo di musica si presti molto di più ad essere accompagnata dall'inglese. Che ne pensi? Trovi difficoltà a fare rap in italiano?
Assolutamente no!!! adoro la mia lingua!!! L'inglese è una lingua che si presta moltissimo alla musica perchè a livello sonoro è ricca di assonanze, ma l'italiano è cosi dolce ed espressivo, cosi caldo e raffinato che non necessita di paragoni.
E' in progetto di rappare anche in inglese?
Non penso farò un pezzo rap in inglese perchè manca la scioltezza tipica dell' hip-hop americano nel parlato quotidiano (lo slang) principalmente a livello grammaticale. Ma qualche testo in inglese l'ho già scritto e cantato ( in particolare un pezzo techouse) e mi sono accorto che devo migliorare un pò nella pronuncia : ) infatti a breve vorrei andare a Londra, per fare esperienza "sul posto" .
Di te si dice che sei "esteticamente non corretto". Ascoltando i tuoi testi sicuramente si intuisce perlomeno qualcosa di questa tua "scorrettezza". Come mai esteticamente preferisci presentarti curatissimo invece dei soliti pantaloni larghi e t-shirt xxl??
Rispondo in poche parole... non lo faccio per moda o chissà quale altro strampalato motivo. SEMPLICEMENTE in questo momento della mia vita mi vedo bene vestito cosi. Il periodo da B-boy "esteticamente corretto" l'ho già passato... e con molto stile : )))
Hai un myspace. Dall'avatar di myspace sembri tutto fuorchè un rapper. Pensi che il tuo look glamour possa danneggiare in qualche modo l'idea della musica che fai?
"Look glamour" mi piace : ) sinceramente se il mio ascoltatore si deve basare sul mio look (particolare per lo stile che faccio... ) ancor prima di ascoltare la mia musica, e da li trarre giudizi... beh... preferisco non sia un MIO ascoltatore. Stiamo parlando di MUSICA e non di MODA. La moda è solo un' ovvia conseguenza della musica e dell'artista in sè.
Che ti aspetti dall'uscita dell'album?
Mi aspetto una cosa in particolare: fare tanti live in giro per l'Italia perchè adoro il concerto, il dopo - concerto e il dopo - dopoconcerto : ))) vorrei andare spesso al sud quest'estate, per il calore delle persone e per il calore della sabbia : )
Progetti live a breve?
Per ora no ma vi terrò informati : )


-Pezzo uscito il 29/05/2007 su www.lineamusica.it-

Nessun commento: