18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


19 marzo 2007

L'omo ha da puzzà

L'omo ha da puzzà. Finalmente è stato scientificamente dimostrato.
Lo sapevo che in fondo avevo sempre avuto ragione e che prima o poi qualcuno, invece, di etichettarmi come tipa stramba, avrebbe riconosciuto i miei meriti...
Una ricerca della University of California Berkeley (gli americani sì che si dedicano a cose importanti, altro che noi e le disperate ricerche del cervello della Gregoraci), ha, infatti, stabilito che una sostanza contenuta nel sudore maschile provoca in noi femminucce l'innalzamento del livello di un ormone, correlato sia all'attività cerebrale che a quella sessuale.
E' ovvio, che laddove l'una attività manchi, l'altra sarà stimolata per due...da questo assioma, dunque, la conseguente spiegazione alle azioni di bimbe di 14 anni che trastullano in vario modo i compagni di classe durante la ricreazione, piuttosto che la facile apertura di gambe di neo-dive o simil tali.
Stando a quanto pubblicato sul prestigioso Journal of Neuroscience, dunque, deve tornare in voga l'uomo alla Tomas Milian dei tempi d'oro del Monnezza: canotta lurida, ascella alla Franchino (ricordate "Fantozzi subisce ancora"?) e mano che, a seconda dell'occasione, "pò esse piuma o pò esse fero", per dirla alla Mario Brega.
La cosa più interessante dello studio è tuttavia la sua assoluta validità; precedentemente, infatti, esperimenti su reazioni ormonali create da feromoni (cioè le sostanze prodotte dalle ghiandole sudorali) erano già stati fatti, utilizzando però come cavie topi ed insetti.
Quanto pubblicato dall'università statunitense, invece, si basa su esperimenti effettuati su esseri umani; ad alcune studentesse della stessa University of Berkeley, infatti, è stato chiesto di annusare una bottiglia contenente andriostadenone -ormone presente nel sudore degli uomini- ed una di sostanza neutra. Il risultato è stato che quelle che avevano odorato la sostanza neutra se ne sono tranquillamente tornate alle proprie attività, mentre nelle altre è stato riscontrato un aumento del livello del cortisolo, che sebbene di per sè non sia un ormone sessuale, influenza tuttavia lo stato cerebrale, apportando miglioramento dell'umore e dell'eccitazione sessuale.
Ne deriva, dunque, che anche secondo gli scienziati l'omo ha da puzzà.
Proprio lo scorso agosto, tuttavia, alcune star holliwoodiane del calibro di Brad Pitt o Colin Farrell sono state messe alla gogna dai mass media proprio perchè parevano avessero qualche problema con la propria igiene personale.
Non resta altro, a questo punto, che chieder venia per aver in tal modo cercato di offuscare l'enorme fascino di questi divi e la sensibilità di chi li emula in tutto e per tutto, togliere dalle città i cartelloni promozionali dell'epilazione maschile con l'ottusangolo del Grande Fratello 1 (al tempo Sergio Volpini, fan della cera a caldo), fregarsene dei bagnoschiuma col ph neutro -perchè tanto le ascelle è inutile lavarsele- e soprattutto, seguire, sempre e comunque, il proprio naso...nel peggiore dei casi, porterà ad un accoppiamento..

Nessun commento: