18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


04 dicembre 2008

Selvaggia-mente facendo..

La violenza di Bill T. Jones al RomaEuropaFestival














Questa sera, presso l'Auditorium Conciliazione, ultima occasione per vedere Chapel/Chapter di Bill T. Jones, una delle icone del balletto contemporaneo statunitense, definito dal Dance Heritage Coalition "un insostituibile tesoro della danza".
Lo spettacolo -inserito all'interno della programmazione del RomaEuropa Festival- è uno dei lavori più inquietanti degli ultimi anni, articolato su tre episodi in cui protagonista è la violenza ed il suo uso da parte dei media. Tre, infatti, le storie realmente accadute e qui raccontate, anche attraverso una voce narrante; se le trame sono esplicitate dalle parole, i corpi di ben quattordici interpreti (la Arnie Zane Dance Company) danno vita alle emozioni ed agli stati d'animo dei protagonisti, con grande tecnica, bravura e chiarezza, com'è del resto nello stile di Jones.
La scenografia flessibile, opera di Bjorn Amelan, è inoltre arricchita dal video di Janet Wong; parte del pubblico è seduta sul palcoscenico intorno ai danzatori, parte in platea, a sottolineare l'importanza di una comunità e la loro valenza, in quanto testimoni di storie di ordinaria follia.

5 dicembre
Chapel/Chapter di Bill T. Jones
Auditorium Conciliazione
Via della Conciliazione, 4
Ore 20.30
Biglietti: da 18 € a 40 €

I rom di Gulistan 2008

Secondo appuntamento all'interno di Gulistan -rassegna di film, documentari e spettacoli sulle danze del Mediterraneo e dell'Asia Centrale che, con un appuntamento al mese, andrà avanti fino a marzo 2009- per l'11 dicembre, presso l'Accademia di Danza Sultana, situata vicino a Stazione Trastevere.
La rassegna, organizzata da Marialuisa Sales, ha per protagonista, come di consueto, nella prima parte della serata un documentario (giovedi sarà la volta di The Romany Trail, part. I: gipsy music into Africa, di J. Marre), seguito da una performance di danza; Natalia Bonanese presenterà dunque questa volta le danze rom e le loro evoluzioni attraverso tempi e paesi diversi.

11 dicembre
 Gulistan 2008
Accademia di Danza Sultana
Via G. da Castel Bolognese, 30/a
Infoline: 06.58301238
Ingresso con tessera associativa giornalera: 4 €; tessera associativa dell'intera manifestazione 15 €
Ingresso riservato ai soli soci; è consigliata la prenotazione

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 5-12.12.2008-

Nessun commento: