18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


06 luglio 2008

Cinemascope in Musica

Anche quest'anno l'Accademia di Francia si rende protagonista di rilievo all'interno delle manifestazioni dell'Estate Romana, e lo fa, di nuovo, attraverso una rassegna cinematografica all'aperto, nei giardini di Villa Medici.
Se da un lato si è appena conclusa la prima parte dell'omaggio cinematografico dedicato a Tati e Fellini, dall'altro, da lunedi 7 fino all'11, si terrà Cinemascope in musica, con la proiezione di film che, in modi diversi, presentano le molteplici possibilità dell'utilizzo della musica nel cinema, dal musical alle grandi colonne sonore.
Sia il cinemascope che la colonna sonora, infatti, sono due fattori che hanno notevolmente contribuito a rendere non solo piu' accattivante per un pubblico diverso il grande schermo, ma anche a cambiare, in maniera irrevocabile, il modo di fare cinema.
Del resto, proprio per contrastare la visione di film sul piccolo schermo, agli inizi degli anni Cinquanta, nacquero pellicole che, per la loro stessa essenza, potevano essere viste solo sul grande schermo, per mantenere la magniloquenza delle scene e dei colori in quei formati panoramici che così tanto perdono in una visione televisiva. Da qui, poi, la volontà di estendere le suggestioni anche ai suoni ed ai rumori, che, portando a concepire la musica come altro elemento di narrazione da porre sullo stesso piano del girato, ebbe la sua massima realizzazione nei film musicali e musical veri e propri, nati poco dopo.
In programma, pertanto, il celebre musical di Cukor E' nata una stella (il 7 luglio), ma anche una delle piu' riuscite collaborazioni tra Hitchcock e Bernard Hermann, Intrigo Internazionale (il 9 luglio). 
Bob Dylan e Leonard Cohen sono invece i compositori delle colonne sonore, rispettivamente, di Pat Garrett & Billy the Kid, -diretto da Sam Peckinpah, in cui Dylan ebbe anche un ruolo da co-protagonista- e I compari, di Robert Altman, che verranno proiettati l'uno l'8 luglio e l'altro il 10.
A chiudere questa seconda edizione della rassegna di cinema all'aperto, l'11 luglio, un film in anteprima per Roma e direttamente proveniente da questa edizione del Festival di Cannes: Lola Montès, di Max Ophuls, nella sua versione interamente restaurata, del tutto fedele a quella voluta dal regista, con colori, suono e formato originali.
Tutte le proiezioni sono in versione originale e con sottotitoli in italiano.

Dal 7 all'11 luglio
Cinemascope in Musica
Accademia di Francia a Roma - Villa Medici
Viale Trinità dei Monti, 1
Biglietti: 5 € intero, 3 € ridotto
Proiezioni: ore 21.30, con accesso ai giardini ed alla caffetteria a partire dalle ore 20.30
Infoline: 06.67611

-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 5-12.07.2008-

Nessun commento: