18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


01 novembre 2007

Brasil Memorias


Divulgare la conoscenza della musica e della cultura brasiliana nel mondo, delle sue voci affascinanti e della sua letteratura, della sua poesia e della sua gente.
Raccontare il Brasile: ecco lo scopo di Brasil Memorias, una rassegna di eventi dedicati alla musica brasiliana, in scena dal 5 novembre e per i successivi due lunedì dello stesso mese al Teatro Sistina.
Nel corso delle tre serate a tema previste, verranno omaggiati di volta in volta i grandi personaggi della musica del Brasile, sia in qualità di interpeti che in quella di autori.
Le tre serate del Sistina faranno però solo da assaggio della cultura carioca per il pubblico capitolino; nel corso del 2008, infatti, seguiranno a questi del Sistina altre iniziative culturali che coinvolgeranno diversi luoghi di Roma, col fine ultimo di valorizzare la ricchezza del patrimonio culturale brasiliano -si terranno seminari, mostre d’arte, lettura di poesie e di letteratura brasiliana, oltre che presentazioni di film e documentari-, che vanta nomi illustri quali Jorge Amado, Paulo Coelho, Mario de Andrade e Chico Buarque.
Brasil Memorias debutterà pertanto il 5 novembre con le sonorità di Miucha -artista poliedrica e sorella di Chico Buarque, che con Tom Jobim ha condiviso una grande parte della sua carriera- e del Trio Jobim -composto dal figlio e dal nipote di Tom, oltre che dal batterista Paulo Braga-, che eseguiranno un omaggio a Tom Jobim, che quest’anno avrebbe compiuto 80 anni.
Autore delle più belle canzoni brasiliane -tra cui, famosissima, “La ragazza di Ipanema”- Antonio Carlos Jobim è scomparso nel 1994, caratterizzando fino alla fine la sua musica con sofisticazioni melodiche, ritmiche ed armoniche che hanno portato alla nascita della bossa nova; per la sua grande produzione artistica e per il talento che lo ha contraddistinto, è meglio conosciuto nel suo Paese semplicemente come “O Maestro”.
La rassegna Brasil Memorias proseguirà il lunedì successivo, il 12 novembre, con un omaggio a Vinicius de Moraes, considerato il più grande poeta popolare del Brasile.
Sul palco a celebrarlo Toquinho, suo discepolo artistico, che nel corso della serata effettuerà anche un omaggio a Sergio Bardotti, recentemente scomparso, massimo referente della musica brasiliana in Italia e traduttore di tutti i più grandi autori. In apertura di serata, inoltre, Orso Maria Guerrini reciterà alcune delle più belle poesie di Vinicius, artista poliedrico passato dall’attività diplomatica a quella artistica.
Con il concerto di Elza Soares, il 19 novembre, terminerà infine questa prima parte della rassegna dedicata al Brasile. Con il sottotitolo “I colori di Rio”, si è voluto sottolineare il grande carisma di questa vitale artista, che torna al teatro Sistina trentasette anni dopo ”Que Maravilha” (Che Meraviglia), portato in scena nel 1970 insieme a Jorge Ben e Toquinho.
Nota per la sua ugola nera in grado di riprodurre quei caratteristici vocalizzi alla Armstrong, la Soares promette di chiudere in bellezza queste memorie brasiliane di Roma, nella contemporanea speranza che si riporti,così, un po’ di sole in questo autunno italiano.




-Pezzo uscito sul Quotidiano della Sera di Roma del 31/10/2007-

Nessun commento: