18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


24 novembre 2007

Mi piaci quando taci

Mi piaci quando taci e sei come assente, e mi ascolti da lontano, e la mia
voce non ti tocca.
Sembra che si siano dileguati i tuoi
occhi e che un bacio ti
abbia chiusa la bocca.
Siccome ogni cosa e` piena della mia anima
tu emergi
dalle cose, piena dell`anima mia.
Farfalla di sogno, assomigli
alla mia anima, e
assomigli alla parola malinconia.
Mi piaci quando taci e
sei come distante.
E stai come lamentandoti, farfalla tubante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce
non ti raggiunge;lascia che io taccia col tuo
silenzio.
Lascia che ti parli pure
col tuo silenzio chiaro come una lampada,
semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e
semplice.
Mi piaci quando taci perchè
sei come assente.
Distante e dolorosa come
se fossi morta.
Allora una parola,
un sorriso bastano.
E son felice, felice che
non sia così.

(Pablo Neruda)

Nessun commento: