18 marzo 2007: l"incipit


"Vieni a fare un giro dentro di me
o questo fuoco
si consumerà da sè.
E se una vita finisce qua
quest'altra vita
presto comincerà"

Con parole di altri (gli Afterhours), apro questo blog, con il fuoco che spero non si spenga mai.
Ho scritto molte parole, forse inutili o banali, o forse interessanti, irriverenti e divertenti.Le ho pubblicate altrove, ma a volte capita che dopo una giornata al mare si torni a casa solo con la sabbia nelle scarpe.
Ecco spiegato, quindi, il perchè di post retrodatati.
E' iniziata anche questa avventura..davanti, l'orizzonte. Sconosciuto. E per questo, assolutamente elettrizzante!
Buona lettura a tutti!


11 ottobre 2008

Selvaggia-mente...Classica!

Un’innovativa Giovanna d’Arco apre la stagione dell’Auditorium



Un’imponente produzione in forma semiscenicainaugura la stagione sinfonica dell’Auditorium Parco della Musica; il 12, 13 e 14 ottobre, infatti, sul palco della Sala Santa Cecilia Antonio Pappano dirigerà non solo l’Orchestra ed il Coro dell’Accademia di Santa Cecilia, ma anche un cast di cantanti ed attori per la Jeanne d'Arc au bûcher di Arthur Honegger.
L’opera di Honneger è un unicuum nella storia della musica; convinto che il teatro musicale dovesse aprirsi a nuove forme d’arte che andassero al di là dell’opera come era stata fino ad allora concepita ed eseguita, l’autore scelse il cinema quale novella tecnologia a cui appoggiarsi per la propria produzione scenica. Il risultato è un’opera dalle sonorità bachiane con un testo tuttavia spezzettato in dodici scene e raccontato come fosse un film; molti, dunque, i flashback, le narrazioni intrecciate tra canto e recitazione, dissolvenze e melologhi dalla straordinaria efficacia drammatica.
Con la regia di Keith Warner e la partecipazione straordinaria nel cast dell’attrice Romane Bohringer, il concerto verrà trasmesso in diretta da RadioTre Rai.

12,13 e 14 ottobre
Jeanne d’Arc au bûcher di Honegger
Antonio Pappano direttore d’orchestra
Orchestra e Coro dell’Accademia di Santa Cecilia
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Via P. de Coubertin, 30
Domenica ore 18.00, lunedi ore 21.00, martedi ore 19.30
Biglietti: dai 18€ ai 47 €
Infoline: 06. 8082058

Il Vivaldi del Teatro Olimpico

L’Accademia Filarmonica Romana inaugura la stagione al Teatro Olimpico con l’allestimento in forma scenica della Serenata a tre di Antonio Vivaldi il 15 ottobre. La direzione è affidata ad uno dei maggiori specialisti di musica barocca, René Clemencic, alla guida del suo Clemencic Consort, mentre le scene ed i costumi dell’originale Serenata sono stati eseguiti dalla pittrice Isabella Ducrot.
Con quest’opera si apre anche un ciclo dedicato al grande compositore veneziano ed alla riscoperta dei suoi melodrammi di più raro ascolto, che terminerà con l’esecuzione dell’opera Montezuma al termine della stagione 2009 della Filarmonica Romana e vedrà coinvolti anche Salvatore Accardo, Ottavio Dantone, Filippo Maria Sardelli ed Alan Curtis.

15 ottobre
Serenata a tre di Vivaldi
René Clemencic direttore d’orchestra
Clemencic Consort
Teatro Olimpico
Piazza Gentile da Fabriano 17
Biglietti: da 10 € a 32 €
Ore
Infoline: 06.3265991



L’Orlando Furioso all’Auditorium Parco della Musica

La prestigiosa Orchestra Barocca di Venezia -diretta da Andrea Marcon- eseguirà il 16 ottobre, nella Sala Santa Cecilia dell’Auditorium una delle opere più apprezzate di Antonio Vivaldi: Orlando Furioso.
Il dramma è un’opera in tre atti su libretto di Grazio Braccioli, basato sul poema dell’Ariosto; per la prima volta rappresentato al Teatro Sant’Angelo di Venezia, l’Orlando Furioso fu il risultato delle modifiche apportate da Vivaldi alla versione musicata precedentemente da Ristori.
Oltre all’Orchestra, di particolare rilievo è il cast vocale, composto tra gli altri dal contralto Manuela Custer e Romina Basso, nonché dal basso Lorenzo Regazzo.

16 ottobre
Orlando Furioso di Vivaldi
Andrea Marcon direttore
Orchestra Barocca di Venezia
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Via P. de Coubertin, 30
Ore 20.00
Biglietti: dai 18 € ai 33 €
Infoline: 06. 8082058


-Pezzo pubblicato su RomaWeek del 10-17.10.2008-

Nessun commento: